You are previewing a new theme: did you encountered an error? Please inform us

Fungicidi rameici

Il Rame è uno dei fungicidi più importanti in Agricoltura ed è utilizzato da moltissimi anni per trattamenti antifungini sulle piante. La scoperta del Rame come fungicida risale addirittura al 1761, ma è dal 1880 che l’utilizzo del Rame sotto forma di Poltiglia Bordolese ha preso piede in Agricoltura.


Qual è la differenza tra i diversi fungicidi rameici?

Il Rame è presente nei prodotti che utilizziamo in Agricoltura in diverse formulazioni. Possiamo trovarlo sotto forma di:

Poltiglia Bordolese

Il solfato di Rame puro è un sale solubile con un pH molto acido; per questo motivo non viene utilizzato in purezza a causa della sua fitotossicità. L’aggiunta di Calce (idrossido di calcio) crea la Poltiglia Bordolese, fungicida rameico di contatto, rimedio biologico per eccellenza della Peronospora. In base al rapporto del miscuglio, la Poltiglia può essere più acida (più Solfato) o più basica (maggior concentrazione di calce): una Poltiglia acida avrà un effetto pronto ma meno persistente nel tempo, al contrario di una Poltiglia più basica

Solfato di Rame tribasico

La formulazione tribasica è caratterizzata da una superiore finezza delle particelle che conferiscono al prodotto un ottimo potere ricoprente e un'alta solubilità in acqua; ciò ne consente l’impiego a dosi inferiori rispetto ad altri prodotti rameici con conseguente riduzione dei residui nel terreno, sulla vegetazione, nel vino. La tendenza all'acidità comporta una pronta efficacia d'azione.

Idrossido di Rame

E' una molecola fungicida ad azione istantanea e spesso abbinata a solventi inorganici per conferirle buona persistenza sulla vegetazione. Rispetto alle altre forme, ha un'azione più pronta e duratura, e persiste meglio sulla superficie della vegetazione, dove esercita la sua azione per contatto principalmente sulle spore dei funghi: per questo motivo è un prodotto utilizzato principalmente per trattamenti preventivi.

Ossicloruro di Rame

Anche l'ossicloruro di Rame viene utilizzato principalmente per trattamenti preventivi, ma rispetto alle altre formulazioni è quello che esibisce l'azione più efficace contro diverse forme di Batteriosi. 


Qual è l’azione del Rame?

L’azione del Rame come antifungino è svolta dagli ioni rame. In base alla velocità con cui essi vengono liberati, l’azione sarà più o meno pronta (allo stesso tempo aumenta o diminuisce la sua fitotossicità).

Il Solfato di Rame puro libera gli ioni Rame molto velocemente, risultando allo stesso tempo fitotossico, per questo motivo viene creata la Poltiglia Bordolese. L’Ossicloruro entra in azione più lentamente rispetto all’Idrossido, che è dotato di rapida azione.


Rame: su che colture e contro quali malattie?

Il Rame lo si utilizza su tutte le colture, sia orticole che alberi da frutto. Viene generalmente applicato alle foglie, ma può anche essere utilizzato quando gli alberi sono in dormienza o come cicatrizzante dopo la potatura.

Il Rame viene utilizzato come rimedio biologico contro diverse malattie: Peronospora, Ruggine, Alternaria, Bolla, Ticchiolatura, Corineo, Occhio di Pavone e anche su Colpo di Fuoco Batterico.

Per i dosaggi leggere attentamente l’etichetta.