Giber Gobbi 10 (conf. da 10 compresse 1 gr.)

Solo con patentino fitosanitario

Giber Gobbi 10 (conf. da 10 compresse 1 gr.)

Fitoregolatore stimolante polivalente a base di Giberelline GA3.

16.36 € IVA 10% escl.

.

Confezione

PZ. 10

Ti ricordiamo che, salvo eccezioni, è richiesto un carrello di almeno 200€ per completare un ordine

Le spese di spedizione sono a parte → Consulta

Il prodotto è un fitoregolatore in compresse effervescenti a base di Acido gibberellico (GA3) che stimola e accelera il metabolismo (sviluppo, fioritura, anticipo della produzione) e la riproduzione cellulare. Questa sostanza, somministrata alle piante nell’epoca opportuna ed alle dosi corrette, produce effetti positivi ai fini desiderati (allegagione, precocità). Gli effetti si manifestano su tutti gli organi, in misura diversa per ciascuna specie e stadio di sviluppo.

Acido gibberellico (GA3) puro 10 g

Coformulanti q.b. a 100 g

COLTURAIMPIEGODOSAGGIOTRATTAMENTO
Melofogliarefogliare1-2 cp/hlPer prevenire la rugginosità, favorire l’uniformità di pezzatura e l’allungamento dei frutti secondo gli standard varietali, intervenire ad inizio caduta petali. Proseguire con altri 3 trattamenti ad intervalli di 10 giorni alla stessa dose.
Perofogliarefogliare1-2 cp/hlPer migliorare l’allegagione nelle varietà di difficile impollinazione o partenocarpiche. Trattare con 10 hl/Ha di acqua quando il 20-30 % di fiori sono aperti nelle aree settentrionali e quando il 90 % dei fiori sono aperti nelle aree meridionali. Si sconsiglia l’impiego sulla varietà Decana del Comizio.
Vite da tavola senza semifogliarefogliare1-4 cp/hlPer allungare il rachide trattare in pre-fioritura con tralcio lungo 4-8 centimetri, impiegando 3 hl d’acqua per ettaro.Per diradare il grappolo, trattare al 30-40% della fioritura impiegando 6 hl d’acqua per ettaro.
Per aumentare le dimensioni degli acini trattare dopo l’allegagione con acini di 3-4 mm di diametro, impiegando 10 hl d’acqua per ettaro.
Per ottenere acini più omogenei o più grandi ripetere il trattamento dopo 8-10 giorni.
Vite da tavola con semifogliarefogliare0,5-1 cp/hlPer aumentare le dimensioni degli acini trattare dopo l’allegagione con acini di 3-4 mm di diametro, impiegando 10 ettolitri d’acqua per ettaro.Per ottenere acini più omogenei o più grandi ripetere il trattamento dopo 8-10 giorni.
Vite da vino con semifogliarefogliare0,5-1 cp/hlPer allungare il rachide sulle varietà a grappolo compatto trattare prima della fioritura con tralci di 10-15 cm, utilizzando 2-3 hl d’acqua per ettaro. L’allungamento consente una migliore difesa nei programmi di Lotta Integrata contro la Botrytis, grazie ad una migliore aerazione del grappolo. Si raccomanda di effettuare prove preventive al fine di rilevare eventuali sensibilità da parte di alcune varietà.
Aranciofogliarefogliare0,5-1 cp/hlPer migliorare la qualità della buccia. Trattare dopo l’invaiatura, impiegando 25 hl/ha di soluzione.
Limonefogliarefogliare0,5-1 cp/hlPer ritardare la raccolta e ridurre la presenza di frutti piccoli. Trattare prima dell’invaiatura.
Clementino e mandarinofogliarefogliare1 cp/hlPer migliorare l’allegagione, specie negli ibridi di scarsa produzione. Trattare in piena fioritura, per i mandarini, e quando i 2/3 dei petali dei fiori sono caduti, per i clementini, bagnando completamente le piante.
Ciliegio dolcefogliarefogliare1-2 cp/hlPer aumentare la consistenza e la pezzatura. Trattare all’invaiatura impiegando circa 10 hl/ha d’acqua.
Ciliegio acidofogliarefogliare1-2 cp/hlPer ridurre i danni da giallume virotico, da scarsa vigoria e bassa produzione. Trattare 10-14 giorni dopo la caduta dei petali utilizzando circa 6 hl d’acqua per ettaro.
Fragolafogliarefogliare0,5-1 cp/hlPer anticipare e concentrare il periodo di raccolta. Trattare con 5-8 hl/ha di acqua, 4-6 settimane prima del periodo di normale fioritura. Nelle zone solite a freddi improvvisi, si sconsiglia di anticipare la produzione e quindi l’impiego del fitoregolatore.
Pomodoro, melanzanafogliarefogliare1-2 cp/hlPer anticipare e migliorare quali-quantitativamente la produzione. Trattare utilizzando 3-5 hl d’acqua per ettaro.
Carciofofogliarefogliare1 cp/hl
0,5 cp/hl
1 cp/hl
Per anticipare e concentrare il periodo di raccolta.
Nel caso di 2 trattamenti si tratta al differenziarsi del primo capolino e ripetendo dopo 15 giorni. Impiegare 4-5 hl/ha di soluzione. Irrigare prima o subito dopo i trattamenti.
Nel caso di 4 trattamenti si tratta al differenziarsi del primo capolino e ripetendo i trattamenti ogni 15 giorni. Impiegare 4-5 hl/ha di soluzione. Irrigare prima o subito dopo i trattamenti.
In caso di gelate, per stimolare la ripresa della coltura, trattare con 1 compressa/hl quando la temperatura è ritornata ai valori normali e le piante si sono riprese. Le varietà che meglio rispondono al trattamento sono quelle a capolini verdi, meno bene quelle violette.
Zucchinofogliarefogliare1-2 cp/hlPer stimolare lo sviluppo e limitare lo stress da freddo. Trattare 4-5 settimane prima della raccolta utilizzando 3-5 hl d’acqua per ettaro.
Lattugafogliarefogliare0,5-1 cp/hlPer stimolare lo sviluppo e limitare lo stress da freddo. Trattare 3-4 settimane prima della raccolta.
PatataImmersione dei tuberiimmersione0,1 cp/hl (tuberi sezionati) – 0,5 cp/hl (tuberi interi)Per stimolare l’emissione regolare dei germogli nei tuberi da seme, s’immergono per 10 minuti nella soluzione, asciugando e seminando subito dopo. Per i tuberi provenienti da magazzino di conservazione, lasciare trascorrere 3-4 settimane di pregerminazione.
Sedano, spinaciofogliarefogliare2-4 cp/hlPer stimolare lo sviluppo e limitare lo stress da freddo. Trattare 4-5 settimane prima della raccolta utilizzando 3-5 hl d’acqua per ettaro.
Colture floreali in campo (cactus, ciclamini, ortensie, crisantemi, fiordalisi, rose, margherite, garofani, anemoni, ecc.)fogliarefogliare1-2 cp/hlPer anticipare ed aumentare la fioritura, per interrompere la dormienza, per stimolare la crescita ed allungare gli steli, trattare alla comparsa dei primi boccioli fiorali utilizzando 5 hl d’acqua per ettaro. Si raccomanda di effettuare prove preventive al fine di rilevare eventuali sensibilità da parte di alcune specie e/o varietà.
Gelatefogliarefogliare2-3 cp/hlPer ridurre i danni da gelo durante la fioritura e l’allegagione trattare entro le 48 ore. In caso di gelate a fiore chiuso, attendere per trattare la piena fioritura.

Al momento non ci sono recensioni